Tv2000: dal 26 maggio “Ritratti di coraggio” con Paola Saluzzi

Paola Saluzzi con Samuel Modiano

Una serie di reportage che raccontano la disabilità, le persecuzioni razziali, le spose bambine, storie di difficoltà con un filo rosso: il coraggio. Questo, in sintesi, “Ritratti di coraggio”, il programma scritto e condotto da Paola Saluzzi che torna su Tv2000 a partire dal 26 maggio, alle 17.30 di ogni sabato. Protagonisti delle prime tre puntate saranno Samuel Modiano, uno degli ultimi sopravvissuti alla Shoah ancora viventi (26 maggio), Giovanni Sasso, atleta para-olimpico (2 giugno), ed Emanuela Sabbatini, fondatrice dell’associazione Aflin per l’istruzione delle bambine a Pushker in India (9 giugno). Nella prima puntata quattro giovani romani ebrei raccontano la loro esperienza di viaggio ad Auschwitz, iniziativa che più volte ha visto protagonista Samuel Modiano, oggi novantenne, che – si legge in una nota – “grazie alla sua testimonianza ha coinvolto molti giovani del ruolo di paladini della memoria. Ormai da alcuni anni li accompagna nei luoghi della tragedia, affinché ciò che è accaduto non si ripeta mai più”. Sempre nella puntata di sabato 26, Piero Angela, ricorderà suo padre, medico psichiatra, Giusto fra le Nazioni, che ha salvato molti ebrei istruendoli a fare i matti durante i controlli dei nazisti.
Il 2 giugno, Sasso, che ha perso un arto a causa di un incidente in motorino all’età di 16 anni, racconterà la sua esperienza di atleta paralimpico e di come oggi, a 49 anni, da allenatore di atleti nella sua situazione, sia “esempio di grinta, determinazione e coraggio per ciascuno di noi”.
Del suo impegno a favore della promozione di un ruolo attivo delle donne parlerà nella puntata del 9 giugno Sabbatini, Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “per il suo contributo a favore della alfabetizzazione femminile e del contrasto al fenomeno delle spose bambine in India”. Grazie ad Aflin, fondata nel 2013 come costola italiana della Fior di Loto India Foundation, offre istruzione gratuita (scuola materna, elementare e media) a 550 bambine a Pushkar (India). Con un progetto a cui ha contribuito la fotografa Betty Masini, ha coinvolto 50 bambine nell’attività di fotoreporter per raccontare il proprio mondo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo