Avvenire: la prima pagina di domani 26 maggio. Crisi politica, norme asili in Veneto, calo adozioni internazionali

“Avvenire” apre la sua prima pagina con gli sviluppi della crisi politica. Dall’estero arrivano messaggi al governo che sta per nascere, sia dai mercati, in tempesta, sia dai media internazionali, allarmati per la coalizione “populista”, mentre Conte cerca di mettere a punto il suo esecutivo, con il nodo di Paolo Savona all’Economia. L’editoriale è di Diego Motta, responsabile della redazione Interni, che analizza la sentenza della Consulta sulle norme per gli asili in Veneto: “Non ha senso dividere italiani e stranieri quando ci sono in gioco diritti fondamentali come quello alla casa e a un’infanzia serena. In soli due giorni la Corte Costituzionale, bocciando prima la legge della Liguria sulle case popolari e poi quella del Veneto sull’accesso agli asili nido, ha ristabilito non solo la centralità dei principi scritti nella nostra Carta fondamentale, ma ha di fatto anche accelerato un confronto già aperto da tempo dentro la società italiana. All’inizio di una legislatura già caratterizzata da slogan e proposte roboanti in materia di welfare e di pubblica sicurezza, vale la pena ricordare che, per disinnescare tensioni e conflitti sociali già esplosi in alcuni casi (anche nell’urna elettorale) il principio di realtà e il buon senso, oltre al rispetto della legge, possono essere validi alleati anche del prossimo governo. In questo senso, non c’è molto da cambiare o da riscrivere, semmai occorre passare dalla teoria alla (buona) pratica. Innanzitutto a livello territoriale”. A centro pagina, una foto cronaca è per il calo delle adozioni internazionali a livello globale, con la lodevole eccezione dell’Italia. Un titolo anche per la Corea del Nord, alla luce della parziale marcia indietro di Trump dopo l’annullamento del vertice con Kim. Tra i temi di “Avvenire”, un commento di Luca Diotallevi sul rapporto tra populismo e popolarismo e un’inchiesta sui lavoratori che consegnano merci in bicicletta nel giorno del loro primo sciopero.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo