Diocesi: Pescara, al via da domani il Festival Biblico “Jobel” con la mostra “ProxArt”

Inizierà domani, domenica 1° luglio, “Jobel”, il Festival voluto dall’arcidiocesi di Pescara-Penne per “un approccio alternativo e nuovo alla Parola”. Il progetto, coordinato dall’Ufficio catechistico e sostenuto dall’esperienza dell’associazione bibliodrammatica, ritorna per il secondo anno e sarà anticipato da “ProxArt”, l’arte prossima, una mostra in collaborazione con la Caritas diocesana. “ProxArt è il risultato artistico di un laboratorio di rilettura sociale e esperienziale di grandi opere del passato – spiega mons. Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne –. Potrebbe apparire irriverente, strana, ma è senza dubbio il frutto dell’incontro tra l’arte e gli ultimi, le periferie”. L’inaugurazione della mostra, sotto la direzione artistica di Beniamino Cardines, è prevista per domani, alle 18, in piazza Le Laudi sulla riviera Sud di Pescara e si svilupperà in un percorso aperto al pubblico fino a domenica 8 luglio, negli stabilimenti balneari della zona: La Playa, Circolo della vela, Tramonto, Coralba, 186/the village. Il festival entrerà nel vivo con “Voci e Parole”, una tre giorni di studio biblico e di laboratorio di Sacra Scrittura, da giovedì 5 a sabato 7, nell’Istituto Toniolo di Pescara, guidato da mons. Valentinetti, da padre Claudio Bottini, padre Roberto Di Paolo, don Nando Pallini e don Gianni Carozza. “Un modo alternativo, nuovo – continua l’arcivescovo – per entrare a contatto con la Sacra Scrittura, per approfondirla, per mettere in relazioni le nostre Voci personali con il contenuto oggettivo della Parola, offrendo strumenti metodologici per cogliere il significato del testo biblico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori