Politica: Pagnoncelli (Ipsos), la Lega supera il 31% e toglie voti anche ai 5 Stelle

“Non era mai capitato che a meno di quattro mesi di distanza dalle elezioni si manifestasse una mobilità elettorale tale da far quasi raddoppiare i consensi per una forza politica che è uscita al terzo posto dalle urne ed oggi è prima”. Lo scrive Nando Pagnoncelli, presidente di Ipsos Italia, pubblicando oggi sul “Corriere della Sera” i dati dell’ultimo sondaggio effettuato che fa registrare un ulteriore avanzamento della Lega di Salvini che consolida il primato attestandosi al 31,2% delle preferenze, seguita dal M5S, al 29,8%, dal Pd con il 18,9% (+0,3%) e Forza Italia che fa segnare un ulteriore lieve arretramento fermandosi all’8,3%. Confrontando le attuali intenzioni di voto con i risultati elettorali del 4 marzo emergono cambiamenti “importanti”. “Oltre all’imponente crescita della Lega, l’aumento dell’area dell’indecisione e dell’astensione, composta da elettori delusi, che aumenta del 5,5% – segnala Pagnoncelli -; in secondo luogo la flessione di 2,9% del M5s, trionfatore alle elezioni, e quella ancor più significativa di Forza Italia, che perde il 5,7%, di Fratelli d’Italia che si è quasi dimezzata, passando dal 4,3% al 2,3%”. La rilevazione indica anche la riduzione dei consensi di Liberi e uguali, che “perde un terzo dell’elettorato (da 3,4% a 2,3%)”, e di Noi con l’Italia, “scesa dall’1,3% allo 0,4%”. Al contrario Pd e Più Europa “aumentano di 0,2%, mantenendosi sostanzialmente sui valori ottenuti alle politiche”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori