Giovani e internet: ricerca Università Cattolica, “uno su 10, nell’ultimo anno, ha fatto un’esperienza che l’ha turbato”

Il 13% dei ragazzi e delle ragazze, tra i 9 e i 17 anni, hanno fatto, negli ultimi 12 mesi, almeno un’esperienza su internet che li ha turbati. Rispetto al 2010 e al 2013 la percentuale è più che raddoppiata. Sono solo alcuni dei dati della ricerca Eu Kids online, realizzata dal Centro di ricerca sui media e la comunicazione dell’Università Cattolica presentata oggi alla manifestazione “Parole O_Stili”, in corso a Trieste. Nuovi rischi si sono aggiunti a quelli già noti, come il cyberbullismo e il sexting: in particolare l’hate speech, forma di discorso a carattere violento nei confronti di determinate categorie di persone. Nonostante ciò, lo studio rileva che i ragazzi trascorrono in media 2,6 ore al giorno su internet, soprattutto attraverso lo smartphone: “Il 58% dei ragazzi afferma di sentirsi al sicuro online e il 47% trova che in rete le altre persone siano gentili e collaborative”. Un altro dato significativo emerso dall’indagine è il ruolo di mediazione esercitato dai genitori e dagli insegnanti, “fondamentale per ridurre l’impatto dei rischi e gli eventuali danni, ma purtroppo ancora sottovalutato e poco praticato”. In numeri, il 52% dei ragazzi ha ricevuto in famiglia consigli su come usare internet in modo sicuro, il 26% grazie al contributo della scuola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo