Politica: card. Bassetti, “il mondo intero ha bisogno di un’Italia in pace”, “non possiamo mancare alle nostre responsabilità” in Europa e nel mondo. No a “odi o razzismi”

“La Chiesa italiana è impegnata nel rammendo nella società italiana, perché essa è e vuole essere segno di unità e di pace del popolo italiano”. A garantirlo è stato il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, durante la “Preghiera per l’Italia” promossa dalla Comunità di Sant’Egidio a Santa Maria in Trastevere. “Il mondo intero ha bisogno di un’Italia in pace, perché siamo tutti interdipendenti”, l’appello al Paese sul versante internazionale: “L’Italia dà all’Europa, al Mediterraneo, al mondo un grande contributo di servizio alla pace, di cultura, di lavoro, di sviluppo. Non possiamo mancare alle nostre responsabilità, che hanno reso il nostro Paese conosciuto e simpatico nel mondo intero. C’è un’umanità italiana che non dobbiamo perdere o lasciar stravolgere da odi o razzismi, ma incrementare e trasmettere ai nostri figli”. “Molti di noi, in questo tempo, hanno paura per sé, hanno paura del futuro, hanno paura per il nostro Paese”, il grido d’allarme: “Così, per paura, cercano di non confondersi, di mettersi al riparo, quasi di sottrarsi al comune destino di essere italiani responsabilmente”. “Non bisogna aver paura e pensare solo a sé, al proprio interesse, al proprio tornaconto, rinunciando a trafficare i propri talenti per il bene comune del Paese”, l’indicazione della Chiesa italiana per invertire la rotta.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo