Congresso americano missionario: undici proposte di “conversione”. Appuntamento nel 2013 a Ponce, in Portorico

Sono undici le proposte “di conversione missionaria” emerse nelle prime conclusioni del quinto Congresso americano missionario, che si è concluso sabato scorso a Santa Cruz de la Sierra (Bolivia) e che ha coinvolto per cinque giorni quasi tremila partecipanti provenienti da tutto il continente americano per discutere sul tema “America in missione. Il Vangelo è gioia”.
Queste le proposte contenute nel documento letto a conclusione dei lavori: educare nella gioia del Vangelo e delle Beatitudini; uscire verso le periferie del mondo per andare incontro agli altri (con particolare attenzione per indigeni, migranti, vittime della violenza e della droga e con la preoccupazione di farsi presenti attraverso i luoghi della cultura, le università, i mezzi di comunicazione); favorire la conoscenza della Bibbia e dei Vangeli; promuovere le Comunità di vita missionaria; promuovere la comunione dei beni della Chiesa con i poveri; promuovere la riconciliazione in tutti gli ambiti della vita (compresa la riconciliazione “ecologica” con il creato); accendere la coscienza della missione profetica e liberante in tutti gli ambiti sociali (si appoggia tra l’altro la creazione dell’Osservatorio ecclesiale americano dei diritti umani); l’evangelizzazione della famiglia come chiave cristiana di trasformazione sociale e culturale; potenziare una Chiesa missionaria, più ministeriale e laicale; promuovere e custodire le vocazioni alla vita sacerdotale e religiosa; celebrare la fede e la religiosità popolare in chiave missionaria”.
Al termine dei lavori è stato annunciato che il sesto Congresso americano missionario si terrà nel 2023 a Ponce, in Porto Rico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo