Diocesi: Imola, il progetto “Emergenza abitativa” dà una casa a dieci uomini e tre famiglie

A Imola il progetto “Emergenza abitativa” dà una casa a dieci uomini e tre famiglie. “Si tratta di persone attualmente accompagnate dalla Caritas diocesana in un percorso di autonomia – spiega la diocesi di Imola, in un comunicato –. Andranno ad abitare in cinque appartamenti ricavati all’interno di Palazzo Monsignani”. Il progetto è stato sviluppato dall’ente gestore della Caritas diocesana, l’associazione Santa Maria della Carità, che da anni è impegnata sul fronte dell’housing sociale ed è stato voluto insieme alla diocesi di Imola (proprietaria di diversi immobili) con l’obiettivo di rendere più organica la destinazione di unità immobiliari con finalità caritative. Palazzo Monsignani è stato ristrutturato e adeguato alle esigenze abitative dei suoi nuovi ospiti grazie ai fondi dell’8xmille alla Chiesa cattolica per le attività caritative e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, La Cassa di Ravenna, Banca di Imola e Cooperativa Ceramica d’Imola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo