Terzo settore: Forum, “portare a compimento la riforma, non possiamo più attendere”

Con una lettera al governo il Forum nazionale del Terzo settore chiede di “accelerare i tempi per portare a compimento la riforma, emanando almeno un primo correttivo del codice del Terzo settore”. A poco più di una settimana dalla scadenza per l’adozione del decreto correttivo al D Lgs 117/17 cresce la preoccupazione per le oltre 336 mila organizzazioni di Terzo settore che si trovano a dover interpretare norme incomplete e a volte di difficile attuazione che creano un clima di forte incertezza. “Un ulteriore ritardo nell’emanazione del decreto correttivo – dichiara la portavoce del Forum Terzo settore, Claudia Fiaschi – lascerebbe gli enti senza le indicazioni necessarie per poter continuare a svolgere utilmente le loro attività. In un quadro normativo non chiaro, adempimenti fondamentali come la modifica degli statuti sociali, il cambiamento della qualifica giuridica degli enti o la costituzione di nuovi soggetti non potrebbero essere portati a compimento”. “Siamo consapevoli che i tempi sono molto stretti – conclude – ma confidiamo che si possa licenziare questo primo decreto correttivo entro la scadenza prevista dalla legge. Continueremo a dare la piena disponibilità a governo e parlamento per portare il nostro contributo su tutti i provvedimenti necessari al completamento e all’attuazione di questa attesa riforma”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo