Scuole paritarie: Bussetti (ministro Istruzione), “modifiche ai criteri per i finanziamenti alle paritarie”

“L’edilizia scolastica è un tema affrontato subito. Sono a disposizione 7 miliardi di euro per la messa a norma degli edifici scolastici”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Marco Bussetti, a Radio Vaticana Italia, che ha annunciato, in accordo con il ministro degli Affari regionali, Erika Stefani, il via libera al finanziamento per “arrivare alla messa a norma delle scuole nel tempo più breve”. “Su questo fronte – ha aggiunto -, i nostri presidi, come figura dirigenziale, hanno responsabilità . Noi dobbiamo stare vicino a loro e aiutarli”. Il ministro Bussetti ha poi affrontato il tema delle scuole paritarie. “Fanno parte del sistema di formazione. Vi rientrano con pieno titolo anche per la libertà di scelta educativa delle famiglie”. Di qui l’impegno ad adoperarsi per “una migliore qualità della proposta educativa delle non statali, con una lotta dura ai diplomifici”. Ma a una condizione: “Dobbiamo modificare i criteri per i finanziamenti alle paritarie, considerando anche le quote che le famiglie versano a queste realtà”. Un annuncio anche per quanto riguarda gli insegnanti di sostegno: “Vogliamo far ripartire i corsi di formazione per il sostegno, per far aumentare nella scuola il numero di questi docenti”. Da non dimenticare poi l’educazione civica, che “credo sarà utile reintrodurre”. Ma resta “fondamentale” il rapporto tra scuola e genitori. “Direi che la scuola, in qualità di agenzia educativa e formativa, deve collaborare con la famiglia che educa i propri figli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo