Incontro Bari: mons. Cacucci, “un’esperienza di sinodalità tra le varie Confessioni cristiane senza precedenti”

(da Bari) “Sarà un’esperienza di sinodalità tra le varie confessioni cristiane che non ha precedenti di queste proporzioni. Si tratta di una risposta corale all’invito del Papa che mai si era verificata prima”. Con queste parole l’arcivescovo di Bari, mons. Francesco Cacucci, descrive al Sir l’incontro di Papa Francesco con i Capi delle Chiese e delle Comunità cristiane del Medio Oriente dal titolo “Su di te sia pace! Cristiani insieme per il Medio Oriente”, che avrà luogo domani a Bari. Novità di questo incontro è che “a Bari non si affronteranno questioni interne alle Chiese o temi di carattere teologico. Ci si incontrerà tutti insieme per i fratelli del mondo. Non è da poco in un momento di tensioni particolaristiche”. “Non saranno tanto un domani le discussioni teologiche che faciliteranno il cammino dell’unità quanto l’incontro dei popoli – aggiunge il presule -. La venerazione da parte dei patriarchi delle reliquie di san Nicola, conservate nella cripta della basilica, e la preghiera sul lungomare sono due momenti in cui la Chiesa prega insieme per dei fratelli in difficoltà. San Nicola è il santo che più di ogni altro può aiutare il cammino verso l’unità dei cristiani. C’è un momento di comunione già in atto. Aneliti di unità li ho visti nel patriarca di Mosca, Kirill, e in quello ecumenico, Bartolomeo, ma è un cammino che chiede tempo, non tanto ai fedeli laici, quanto alle varie componenti delle Chiese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa