Migranti: Mignone (Unhcr), Europa aiuti Niger, accolga rifugiati

(DIRE-SIR) – L’Europa ha offerto 4mila posti per accogliere rifugiati in provenienza dal Niger nel 2018 ma a oggi, nei primi sei mesi dell’anno, ne ha accolti appena 200: lo denuncia Roberto Mignone, rappresentante di Unhcr in Libia. “L’aumento del numero delle persone che viene riportato in Libia aggraverà il sovraffollamento che c’è nei centri di detenzione del Paese” risponde il responsabile a una domanda sulla stretta sui migranti annunciata dal governo italiano. “Come Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati possiamo incrementare la capacità di evacuarne in Niger o altrove – aggiunge Mignone – ma i Paesi europei devono accelerare questo processo di prenderli”.  Il rappresentante di Unhcr evidenzia la distanza tra promesse e impegni effettivamente assolti: “Hanno offerto generosamente 4mila posti per il 2018 ma nei primi sei mesi dell’anno tutti i Paesi europei insieme ne hanno presi poco più di 200”.  Secondo Mignone, negli ultimi mesi l’Alto commissariato ha trasferito dalla Libia in Niger circa 1500 richiedenti asilo. Nel Paese del Sahel ne rimarrebbero a oggi 1.300 e, dunque, a fronte di una capacità di accoglienza di 1.500 unità, qualsiasi nuovo trasferimento verso Adagez e Niamey sarebbe impossibile.  Il rappresentante di Unhcr è intervistato a margine di un incontro sulla Libia, a Roma, nella sede dell’Associazione stampa estera. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa