Migranti: Sami (Unhcr), meno salvataggi, molti più morti in mare

(DIRE-SIR) – “C’è stato un aumento drammatico ed eccezionale del numero dei morti nel Mediterraneo: da una vittima ogni 38 persone nel 2017 siamo arrivati a una ogni sette”. Lo ha detto oggi Carlotta Sami, portavoce nel Sud Europa dell’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr).  “Rivolgiamo un appello – ha aggiunto la rappresentante – anche alle organizzazioni non governative affinché facciano salvataggi, perché la capacità di ricerca e soccorso è stata ridotta drasticamente e questo sta avendo un impatto immediato sulla vita delle persone”.  Sami è intervenuta a un incontro sulla Libia, nella sede dell’Associazione della stampa estera, a Roma. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa