Papa Francesco a Lampedusa: card. Montenegro (Agrigento), “l’8 luglio continuerò la sua preghiera per i migranti”

“Il Papa ricorda quella visita in maniera determinante nella sua vita di pastore della Chiesa. Gli ho scritto un biglietto per ringraziarlo di quest’attenzione e dicendo che andrò a Lampedusa per continuare quella preghiera che lui oggi ha fatto a Roma per i migranti”. Lo ha detto l’arcivescovo di Agrigento, il card. Francesco Montenegro, nell’intervista rilasciata al settimanale diocesano “L’Amico del Popolo”, a proposito del quinto anniversario della visita di Francesco a Lampedusa, che ricorre domenica 8 luglio.

“C’è un bel ricordo di una magnifica mattinata, c’è la consapevolezza della presenza del pastore che viene a piangere i morti e a gridare la situazione di tanta gente – sottolinea il cardinale -. C’è un ‘mai più’ che risuona, ma che vediamo che non è ascoltato completamente da parte di tutti e c’è un discorso sui migranti che da quel giorno credo abbia preso una piega diversa anche se non si trovano le soluzioni. C’è un impegno che obbliga un po’ tutti i cristiani a confrontarsi con quanto il Papa ha detto e, quindi, a realizzarlo nella vita di tutti i giorni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa