Diocesi: Lanusei, rassegna di Turismo pastorale con Mogol, Al Bano e il card. Montenegro. Il vescovo Mura al Sir, “occasione per riflettere sulla fiducia”

Mostre, incontri, concerti, spettacoli, teatro con ingresso gratuito, ma soprattutto dialoghi con celebri artisti. È la rassegna di turismo pastorale proposta dalla diocesi di Lanusei (provincia di Nuoro): “svago intelligente” con Giobbe Covatta, colloqui di fede con Al Bano e Mogol, pellegrinaggi. Il titolo delle iniziative di quest’anno è “Amabile società, regalare fiducia”. Si comincia oggi con un’anteprima: un pellegrinaggio dall’Anfiteatro Caritas di Tortolì a Santa Maria Navarrese. Gli appuntamenti continueranno fino al 21 agosto, all’Anfiteatro di Tortolì. Il 16 agosto primo big sul palco è Giobbe Covatta con la “Divina commediola”. Tra umorismo e diritti dei più deboli e dei minori presenterà riflessioni sui diritti dei bambini in Africa. Il 17 spazio alla musica con Maria Giovanna Cherchi accompagnata dal coro gospel di Cagliari. Il 18 sarà il momento dell’incontro con Al Bano, che parlerà del suo cammino di fede. Domenica 19, faccia a faccia con il card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento, sull’accoglienza dei migranti. Interverrà anche Pietro Bartolo, medico che riceverà il premio “Persona fraterna”, per il suo impegno nel prestare le prime cura ai migranti che sbarcano a Lampedusa.
La giornata finale è dedicata a Mogol, autore di testi soprattutto per Lucio Battisti. L’argomento sarà la creatività come dono e come compito. “Vorremmo che in un clima ricco di rassegnazione e di pessimismo ci siano parole di fiducia che riguardano tutti gli aspetti della vita – dice al Sir il vescovo, mons. Antonello Mura –. C’è bisogno di regalare fiducia, offriamo l’occasione alle persone per riflettere su cosa significa dare fiducia e a chi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia