Funerali vittime crollo ponte a Genova: Mattarella, “tragedia inaccettabile, accertamento rigoroso delle responsabilità”

“È una tragedia che ha coinvolto tanti, tutto il nostro Paese. È una tragedia inaccettabile”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lasciando la fiera di Genova, dove ha partecipato ai funerali di Stato di 18 delle 41 vittime del crollo del ponte Morandi. Alla fine della cerimonia funebre ha dichiarato che “Genova è stata colpita, tutti i genovesi e tutti coloro che si sono recati a Genova in questi anni sono passati su quel ponte, anche io l’ho percorso tante volte, anche di recente”. Quindi, il capo dello Stato ha chiesto “un accertamento rigoroso delle responsabilità”. “Sono momenti di dolore condiviso da tutta l’Italia – ha affermato – che dimostra unità in questo stato d’animo. Il Paese unito rende più forte l’accertamento della verità che va perseguita con rigore”. “Ora – ha aggiunto – è il momento della vicinanza ai familiari, ai feriti e alle famiglie che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni”. Prima della messa, il presidente Mattarella ha incontrato una rappresentanza del Corpo dei Vigili del Fuoco impegnati nelle operazioni di soccorso e ha visitato i superstiti e i loro familiari negli ospedali Villa Scassi, San Martino e Galliera.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia