Inondazioni India: redentoristi, due comunità aprono le porte per l’assistenza degli sfollati

Due comunità redentoriste nello Stato indiano di Kerala, colpito dalle inondazioni, operano come centri di soccorso per le persone che hanno dovuto lasciare le loro case. Si tratta della casa provinciale della provincia di Liguori, a Mattoor, e la comunità della provincia di Bangalore, a Maloth. Sono quasi 600 le persone a Liguori. “La Casa provinciale e quasi 50 persone nella comunità di Maloth sono in difficoltà – si legge in una nota della Congregazione -. Sei confratelli della provincia di Liguori sono bloccati nella casa della comunità di Chowara, vicino al fiume Periyar. Molte famiglie dei confratelli soffrono del peggiore alluvione che il Kerala abbia mai visto da decenni. Le case di quattro confratelli della provincia di Liguori sono totalmente sott’acqua, anche se la maggior parte dei membri delle famiglie è stata trasferita nei centri di soccorso”. Attualmente diverse persone continuano a essere bloccate in varie parti del Kerala, dove da molti giorni piove senza tregua e dove si sono verificate inondazioni senza precedenti. Il numero delle persone senzatetto è salito a circa 310 mila. Più di 180 persone sono morte negli ultimi giorni e molti sono i dispersi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia