Settimana liturgica nazionale: mons. Caiazzo (Matera), “celebriamo l’Eucaristia per lasciare agire Cristo nelle nostre opere”

“La liturgia è il luogo privilegiato in cui si celebra l’umanità di Cristo che rivela la sua divinità perché gli uomini si rivestano di Lui, celebrando la propria salvezza”. Lo scrive l’arcivescovo di Matera-Irsina, mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, presentando la 69ª Settimana liturgica nazionale, in corso a Matera, sul settimanale diocesano “Logos”. Secondo il presule, si tratta di “un evento di portata nazionale per la nostra città, che coinvolgerà soprattutto la nostra arcidiocesi nell’accogliere tutti i partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia”. Un evento che “rappresenterà l’inizio di una serie di appuntamenti che nel corso dei prossimi anni ci vedrà particolarmente protagonisti”. Ricordando il tema della Settimana, “La Liturgia risorsa di umanità. Per noi uomini e per la nostra salvezza”, l’arcivescovo spiega che la liturgia “vuole mettere al centro l’Incarnazione di Gesù Cristo, che oggi continua ad attuarsi attraverso un ‘umanesimo in ascolto, concreto, plurale e integrale, d’interiorità e trascendenza’”. Quindi, il presule ha invitato a ricordare che “celebriamo l’Eucaristia per imparare a diventare uomini e donne eucaristici”. “Cosa significa questo? Significa lasciare agire Cristo nelle nostre opere”, ha spiegato mons. Caiazzo. La sua consapevolezza è che “ci arricchiremo e aiuteremo le nostre comunità parrocchiali, vivendo le nostre liturgie con più consapevolezza e partecipazione e facendo circolare quell’umanità che ha bisogno di essere rivestita di divinità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori