Austria: diocesi di Innsbruck, 6 milioni di euro per progetti di cooperazione allo sviluppo

“Welthaus Innsbruck” è la rete della diocesi tirolese che riunisce tutte le istituzioni cattoliche che lavorano per progetti di sostegno e collaborazione allo sviluppo. Per il 2017/2018 sono stati impegnati 6 milioni di euro in progetti in Asia, Africa, America Latina e Oceania. Questa somma, destinata a progetti sociali della Chiesa del Tirolo, vede impegnati nella cooperazione per lo sviluppo la fondazione “Bruder und Schwester in Not (fratello e sorella in difficoltà), Caritas-Auslandhilfe (per gli aiuti esteri) e Dreikönigsaktion, l’organizzazione caritatevole dell’associazione dei bambini cattolici austriaci. Con loro operano l’”Azione rapida per la famiglia” del Movimento delle donne cattoliche, Missio e Miva, l’associazione austriaca per il trasporto missionario, oltre alla diocesi. Il controllo dell’attività di colletta e spesa è affidato a revisori indipendenti, come annunciato dalla diocesi di Innsbruck. “Un uso responsabile e trasparente delle nostre risorse è una caratteristica importante del nostro lavoro”, ha detto Julia Stabentheiner, direttrice della “Casa mondiale di Innsbruck”.
Il risultato per il 2017 è stato di 5 milioni e 756mila euro impegnati nello sviluppo di sei progetti: “Nel nostro lavoro ci confrontiamo tutti i giorni con i grandi bisogni delle persone in Africa, America Latina, Asia e Oceania. Senza il sostegno dei nostri donatori saremmo impotenti di fronte a queste emergenze”, ha ringraziato Stabentheiner. Molti dei fondi raccolti vengono da donazioni private e da enti di cooperazione allo sviluppo europei: la metà di queste donazioni sono eseguite da istituzioni ecclesiastiche e laicali tirolesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia