Commissione Ue: le proposte per rafforzare la guardia costiera, creare un’Agenzia per l’asilo e favorire i rimpatri

(Strasburgo) “Più Europa dove occorre più Europa: oggi offriamo proprio questo, espandendo al massimo il sostegno dell’Ue per la gestione delle frontiere e della migrazione”. Dimitris Avramopoulos, commissario per la migrazione, commenta così il pacchetto di proposte avanzate oggi dall’esecutivo per dare attuazione al capitolo sulla migrazione esposto dal presidente Juncker durante il Discorso sullo stato dell’Unione. Si tratta di una vasta serie di misure che riguardano il rafforzamento della guardia costiera, la politica di asilo (con una Agenzia ad hoc), i rimpatri, e vie legali per la migrazione. Per la sola Agenzia dell’asilo la Commissione intende mettere a disposizione una dotazione di 321 milioni di euro per il periodo 2019-2020 e di 1,25 miliardi di euro per il periodo 2021-2027. “Da oggi la guardia di frontiera e costiera europea e la futura Agenzia dell’Ue per l’asilo saranno in grado di concretare sul terreno la solidarietà dell’Unione”, chiarisce Avramopoulos, “in qualsiasi momento e in tutte le situazioni, sempre nel totale rispetto delle competenze degli Stati membri. Proponiamo inoltre norme più rigorose sui rimpatri così da migliorare in tutta l’Ue l’armonizzazione e l’efficacia del sistema. Esortiamo infine gli Stati membri a stabilire obiettivi ambiziosi ma credibili riguardo ai percorsi legali, siano essi per scopi umanitari o economici”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia