Danimarca: Copenaghen, la diocesi cerca un impiegato per aumentare numero dei contribuenti ed entrate a favore della Chiesa

Nella Chiesa cattolica in Danimarca ci sono 39 parrocchie, con relativi sacerdoti, consigli pastorali e comunità. Le entrate provengono principalmente dalla tassa di culto, che è un contributo volontario dei membri della Chiesa. C’è una grande differenza tra la partecipazione delle singole parrocchie, anche se in linea generale si incoraggiano sempre i fedeli a contribuire per l’1% del proprio reddito. Però adesso la diocesi di Copenaghen si è posta come obiettivo di “aumentare il numero dei contribuenti del 75% e le entrate del 50% nei prossimi tre anni”. Per questo è apparso sul sito della Chiesa cattolica in Danimarca l’annuncio di offerta lavoro per una persona ferrata in materie economiche a cui si propone una occupazione a tempo determinato, per un anno: se una verifica fatta dopo dieci mesi di lavoro, farà emergere un rapporto “costi-benefici” positivo e possibili sviluppi ulteriori in questo ambito, allora il contratto sarà prolungato per altri due anni. “La Chiesa cattolica è un posto di lavoro diverso in cui tutta la Danimarca diventerà il tuo ufficio” si legge nell’annuncio: la nuova figura sarà legata all’ufficio del vescovo, ma in stretto contatto con le parrocchie. “I membri della Chiesa cattolica in Danimarca provengono da più di 60 diverse nazionalità ed è necessaria una grande creatività per creare comunità attorno a un unico obiettivo”. Sarà un “vantaggio se si conosce la Chiesa cattolica”, ma non è un requisito necessario per il candidato che dovrà inviare la propria candidatura entro il 20 ottobre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia