Rome Half Marathon Via Pacis: Raggi (sindaca), “sport costruisce ponti e comunità”. In corso costruzione di playground in tutti i municipi

“Questa seconda edizione conferma la scommessa fatta l’anno scorso dall’amministrazione capitolina e dagli organizzatori: lo sport è costruttore di ponti perché è un linguaggio universale che conoscono tutti e crea una serie di legami che prescindono dalla lingua, dall’età, dalla cultura e dalla religione di provenienza di ciascuno”. Così Virginia Raggi, sindaca di Roma, oggi in conferenza stampa al Colosseo ha spiegato ragioni e obiettivo della seconda edizione della Rome Half Marathon Via Pacis in programma domenica 23 settembre, dopo la precedente dello scorso 17 settembre. L’iniziativa – una mezza maratona di 21,097 km (Half Marathon) e una non competitiva di 5 km, Run for Peace, lungo un percorso che collega idealmente i luoghi di culto cittadini – è frutto di una partnership tra Roma Capitale e Pontificio Consiglio della cultura, in collaborazione con la Federazione italiana di atletica leggera (Fidal). “Questa capacità di costruire ponti – ha proseguito la sindaca – è stata la molla che ci ha fatto costruire la Via Pacis. L’anno scorso è stata un successo e quest’anno l’abbiano ripetuta” perché “il nostro mondo ha bisogno di ritrovare un forte senso di umanità”. La pace “non è solo assenza di guerra, è ricostruire ponti e dialoghi tutti i giorni, stiamo cercando di ricostruire una comunità all’interno della città”. Per questo, ha concluso, “insieme al Coni stiamo costruendo playground, centri sportivi in tutti i municipi, soprattutto in periferia. Dove iniziamo ad aprire le porte a campi di calcio, basket, pallavolo, le persone arrivano e iniziano a giocare tra loro indipendentemente dall’età. Si ricreano delle comunità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia