Consulta nazionale antiusura: il 21 settembre incontro a Salerno per celebrare san Matteo, patrono delle Fondazioni antiusura

I volontari delle Fondazioni antiusura riunite nella Consulta nazionale antiusura “Giovanni Paolo II” si ritroveranno venerdì prossimo, 21 settembre, a Salerno per pregare san Matteo, l’apostolo ed evangelista che è patrono delle Fondazioni antiusura e della città campana. In cattedrale, alle 10, è in programma la messa presieduta dall’arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, mons. Luigi Moretti, e concelebrata dal presidente della Consulta antiusura mons. Alberto D’Urso. La celebrazione eucaristica si aprirà con la lettura del decreto della Congregazione per il culto dei santi e dei sacramenti, con cui viene notificata l’elezione di san Matteo apostolo, patrono delle Fondazioni antiusura. Il gruppo con i rappresentanti delle Fondazione di Bari, Napoli, Foggia, Castellamare di Stabia proseguirà per Pompei per condividere un pomeriggio di formazione con la recita del santo rosario nella basilica e un incontro di preghiera guidato da mons. Tommaso Caputo, delegato apostolico presso il santuario di Pompei. “Teniamo molto a queste esperienza di formazione dei volontari – spiega mons. Alberto D’Urso -. La formazione e la preghiera sono fondamentali nel loro servizio. Essi dedicano alle vittime dell’usura e dell’azzardo professionalità e solidarietà. L’invito alla preghiera è rivolto a tutti i credenti affinché la Madonna promuova la conversione degli usurai e di quanti in Italia sono responsabili della diffusione dell’azzardo che rende povera e disperata tanta gente. Si prega inoltre affinché la classe politica si impegni a creare una economia di comunione che tuteli la dignità della persona mettendola al centro del sistema economico, quale risorsa fondamentale per costruire il bene comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia