Diocesi: Viterbo, messa in rito copto-ortodosso in cattedrale. Mons. Fumagalli, “dobbiamo ricercare ciò che ci unisce”

Una mattinata all’insegna dell’ecumenismo è stata quella di oggi a Viterbo, che ha visto la celebrazione nella cattedrale dedicata a San Lorenzo di una messa in rito copto-ortodosso. A presiederla è stato il vescovo Barnaba Soriany, capo della Chiesa copto-ortodossa d’Italia, che è in visita nel capoluogo della Tuscia insieme a oltre settanta fedeli di Roma. “La celebrazione di oggi ha voluto essere testimonianza viva di quell’unità che è alla base della comunione cui tanto anelano le nostre chiese”, ha affermato il vescovo della diocesi di Viterbo, mons. Lino Fumagalli, che era presente alla celebrazione e ha rivolto il suo saluto ai partecipanti. Il vescovo ha poi esortato a “camminare ricercando insieme più quello che ci tiene uniti, cioè l’amore e la fede in Gesù Cristo. Divisi, non facciamo il bene spirituale dei nostri fedeli. Siamo invece chiamati ad essere uniti per fare il bene spirituale e materiale della nostra gente”. Quella di oggi non è la prima esperienza di condivisione tra la diocesi di Viterbo e la Chiesa copto-ortodossa: nello scorso mese di giugno, infatti, mons. Fumagalli e il vescovo Soriany hanno partecipato insieme a un pellegrinaggio sulle orme della Sacra Famiglia in Terra Santa e in Egitto. Inoltre, sempre a giugno, i due vescovi hanno inaugurato una mostra dedicata alle icone copte nel Palazzo dei Papi a Viterbo. L’esposizione è ancora in corso e visitabile fino al prossimo 28 ottobre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia