Papa in Lituania, Lettonia e Estonia: Burke, “a Vilnius farà una preghiera silenziosa davanti al monumento delle vittime del ghetto”

Il 23 settembre, a Vilnius, il Papa farà una preghiera silenziosa, senza discorsi né saluti, davanti al monumento delle vittime del Ghetto, distrutto esattamente 25 anni fa. E’ la novità principale del programma del viaggio di Francesco in Lituania, Lettonia ed Estonia, dal 22 al 25 settembre. A renderlo noto ai giornalisti è stato Greg Burke, direttore della Sala Stampa della Santa Sede, nel briefing sul programma aggiornato del viaggio. “Dopo l’incontro con il clero in cattedrale – ha reso noto il portavoce vaticano – il Papa ritornerà a Vilnius, per una visita al Museo dell’occupazione e della lotta per la libertà, e sosterà in preghiera davanti al Monumento delle vittime del ghetto, simbolo della dominazione sovietica e della tortura”. Francesco, in particolare, visiterà la stanza dove sono stati martirizzati tanti sacerdoti e vescovi, cattolici e luterane, per alcuni dei quali è in corso la causa di beatificazione. Entrerà dentro due celle e sosterà nella sala delle esecuzioni. Il 23 settembre è la data esatta in cui il ghetto di Vilnius è stato distrutto, 25 anni fa. E proprio 25 anni fa Giovanni Paolo II ha compiuto il suo viaggio nei Paesi baltici.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia