Diocesi: mons. Mandara (Sabina-Poggio Mirteto), “laici in prima linea per riscoprire il proprio ruolo nella Chiesa”

“In Cristo pietre vive” è il titolo del convegno ecclesiale diocesano di Sabina-Poggio Mirteto, nel Lazio, che si svolge domani nel Palazzetto dello sport di Passo Corese (Ri). Sono 800 i delegati attesi, che attraverso momenti di catechesi, laboratori, preghiera e animazione per i più piccoli rifletteranno, all’inizio del nuovo anno pastorale, su identità e formazione dei laici, alla scoperta del loro specifico ruolo all’interno della Chiesa. “Non possiamo permettere che restiate semplici spettatori di ciò che riguarda la vostra vocazione e missione né dei meri esecutori di disposizioni calate dall’alto, ma ognuno si senta protagonista impegnato in prima linea nel riscoprire il proprio ruolo nella Chiesa”. A parlare è mons. Ernesto Mandara, vescovo della diocesi di Sabina-Poggio Mirteto, che presiederà l’assemblea e che indica già ora piste precise per la riscoperta e la valorizzazione dei laici: “L’ascolto reciproco ed il lavoro condiviso, ma soprattutto la disponibilità a mettersi in gioco e a scommettere in una Chiesa che mostra il suo volto autentico quando diventa espressione della varietà e ricchezza dei carismi”. Concluderà la giornata di lavori la seconda edizione del contest di musica cristiana “InCanto”, che quest’anno ha come tema il dono. Grazie a questa competizione musicale, spiegano gli organizzatori, “tutti i giovani possono esprimere la propria fede attraverso la musica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo