Diocesi: mons. Angiuli (Ugento) a docenti e genitori, “maggiore convergenza tra chi opera in campo educativo”

“La consapevolezza del profondo cambiamento economico, sociale e culturale che sta attraversando la nostra società richiede una maggiore convergenza tra tutti coloro che operano in campo educativo. La differente responsabilità educativa tra i diversi soggetti deve trovare una sorta di accordo e di incontro circa alcuni valori che sono alla base dell’azione educativa”. Lo scrive il vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, mons. Vito Angiuli, nella sua lettera rivolta a dirigenti scolastici, docenti, genitori, educatori, all’inizio del nuovo anno scolastico, per “richiamare le ragioni e l’importanza dell’alleanza educativa tra la scuola, la famiglia e la comunità ecclesiale”. Partendo dalla consapevolezza che “viviamo dentro il vortice di un cambiamento veloce, addirittura accelerato”, il vescovo spiega che “tutto questo crea una fragilità personale e un’instabilità istituzionale”. “In una società in profondo cambiamento è inevitabile che le istituzioni educative entrino in crisi. In questa situazione, occorre imparare a discernere le mutazioni in atto e a saper stare nel cambiamento, mantenendo saldi alcuni punti di riferimento come bussola per il cammino personale e comunitario”. Ricordando il titolo della lettera “Educare, che passione!”, il vescovo spiega che “in campo educativo, non vi sono ricette prestabilite, ma orientamenti da verificare continuamente nella concretezza della relazione interpersonale”. “Ogni generazione è chiamata a confrontarsi nuovamente sulle modalità più opportune per trasmettere il patrimonio di valori alle nuove generazioni. Anche le più sofisticate teorie pedagogiche devono fare i conti con la singolarità della persona e la dimensione di mistero in cui ogni uomo è immerso”. Infine, un avvertimento: “Non si può educare se manca un orizzonte di valori da promuovere e da consegnare alle nuove generazioni”. “Il fondamentale compito degli educatori è di sostenere la ricerca e di aiutare i giovani a realizzare i loro sogni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo