Mafie: Zappolini (Cnca), “solidarietà al sociologo Palmisano. Minacce che colpiscono chi non ha paura di indagare”

Il Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca) esprime la propria solidarietà a Leonardo Palmisano, minacciato di morte per le sue indagini sulla mafia nigeriana attiva nel Gargano, in particolare nel ghetto di Borgo Mezzanone. “Conosciamo bene Palmisano”, dichiara don Armando Zappolini, presidente del Cnca: “Ha partecipato a incontri del Cnca ed è in contatto con i nostri referenti in Puglia. E’ bravo e coraggioso. Non ha paura di indagare sulle attività delle mafie. E ha la lucidità per riconoscere che il problema non sono i migranti, ma le condizioni di esclusione sociale che favoriscono la costruzione e il rafforzamento della criminalità organizzata. Gli siamo vicini sapendo che continuerà il suo lavoro senza farsi intimidire”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo