Bolivia: mons. Cabrejos (Celam), “attraverso dialogo sincero e onesto gestire un processo elettorale trasparente e legittimo”

Il presidente del Consiglio episcopale latinoamericano (Celam), mons. Miguel Cabrejos Vidarte, ha invitato tutti gli attori sociali e politici boliviani a creare spazi di incontro “attraverso un dialogo onesto, sincero, ampio, senza atteggiamenti violenti o repressivi, per gestire, così, un processo elettorale trasparente e legittimo, che garantisca ai boliviani la sicurezza di iniziare una nuova fase”.
Per il presidente del Celam, “data la sfida che deve affrontare questa amata terra, è molto importante assumere la cultura del dialogo come strada; la collaborazione comune come condotta; e la conoscenza reciproca come metodo e criterio, senza dimenticare che qualsiasi forma di estremismo e manipolazione ci condurrà solo a più disaccordi e più violenza”.
Secondo mons. Cabrejos, c’è un urgente bisogno di consolidare democrazie rappresentative e rispettose delle istituzioni, che bandiscano ogni forma di corruzione”. E ha aggiunto: “Non dimentichiamo che la vera politica è soprattutto un’alta forma di carità, un prezioso servizio di consegna per il raggiungimento del bene comune della società”. Ha inoltre ricordato il presidente della Conferenza episcopale peruviana e l’arcivescovo di Trujillo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori