Sicurezza alimentare: accordo tra Commissione, Parlamento e Consiglio Ue per una maggiore trasparenza e sostenibilità

(Bruxelles) Un accordo provvisorio sulla proposta di “Regolamento sulla trasparenza e sostenibilità delle valutazioni di rischio nella catena alimentare” è stato siglato tra Commissione, Consiglio e Parlamento europeo. È un passo importante per rispondere alle preoccupazioni espresse con una “iniziativa dei cittadini” per migliorare la trasparenza degli studi scientifici in ambito di sicurezza alimentare in modo da avere accesso immediato e automatico a tutte le informazioni in materia di sicurezza presentate dall’industria nel processo di valutazione del rischio (ogm, additivi per mangimi, aromatizzanti, materiali e quant’altro). In una dichiarazione congiunta del primo vicepresidente Frans Timmermans e del commissario per salute e la sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis, l’accordo “è una risposta eclatante” a una preoccupazione dei cittadini e prevede anche il rafforzamento “dell’organismo europeo di valutazione dei rischi, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), con un maggiore coinvolgimento degli Stati membri”. Tutto ciò è “dimostrazione del fatto che le iniziative dei cittadini europei possono avere un impatto reale sulla politica e sulla legislazione dell’Ue”. Ora Parlamento europeo e Consiglio dovranno portare a conclusione l’iter legislativo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa