Diocesi: mons. Viola (Tortona) per prossima campagna elettorale, “disintossicarci dal veleno del conflitto”

“Disintossicarci (nei pensieri, nei sentimenti e nelle parole) dal veleno del conflitto” e “ricordarci che visuali diverse sulla stessa realtà permettono di descriverla in un quadro più completo”. Lo scrive il vescovo di Tortona, mons. Vittorio Francesco Viola, nel messaggio alla città in occasione della festa del santo patrono, il vescovo e martire Marziano, pubblicato dal settimanale diocesano “Il Popolo” sull’ultimo numero. Il presule ricorda la scadenza delle prossime elezioni amministrative e ribadisce che “la capacità di ascolto e il rispetto dell’altro è garanzia di oggettività; che la ricerca di ideali condivisi non mortifica ma valorizza le differenze”. “Contrariamente da come il mondo vorrebbe farci credere, questi atteggiamenti sono segnali di forza e non di debolezza”, evidenzia il presule. Mons. Viola sottolinea che “non abbiamo bisogno di una campagna elettorale che sia la riproduzione locale di una politica nazionale che pare aver fatto dello scontro urlato la sua attività preferita”. “La forza delle idee si misura nell’intelligenza del confronto e non nella violenza dello scontro”, aggiunge. Infine, il vescovo afferma che “un programma politico non può essere solo un elenco di bisogni, trasformato in intenzioni e spacciato come promesse”. Ma “una visione della vita e del mondo, quel mondo che ha sempre più a che fare con il nostro locale quotidiano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa