Don Peppe Diana: Agesci, oltre 6.000 scout per le strade di Casal di Principe per ricordare suo assassinio

Oltre 6.000 scout dell’Agesci per le strade di Casal di Principe in memoria di don Peppe Diana, il sacerdote ucciso dalla camorra il 19 marzo 1994 nella sacrestia della chiesa di cui era parroco, a Casal di Principe. Nel 25° della sua uccisione, l’Agesci Campania il 16 e 17 marzo ricorderà don Peppe, prete e scout, nell’appuntamento “Il tuo sogno, la nostra frontiera”.
Il 17 marzo sono previste più di 6000 persone provenienti da oltre 100 gruppi scout, campani e non solo, per la marcia in memoria di don Peppe Diana.
Alla fine della marcia sarà celebrata la S. Messa presieduta dal card. Crescenzo Sepe, arcivescovo di Napoli, e da mons. Angelo Spinillo, vescovo di Aversa. Presenti la capo guida, il capo scout e i presidenti del Comitato nazionale dell’Agesci.
Il giorno prima, il 16 marzo, oltre 1000 ragazzi e ragazze di età compresa tra i 16 e i 21 anni parteciperanno a sette workshop sui temi “Chiesa”, “Accoglienza”, “Ambiente”, “Disabilità”, “Lavoro”, “Politica”, “Scuola”. Chiuderanno la giornata gli incaricati nazionali della Branca Rover e Scolte Giorgia Sist e Alessandro Denicolai.
L’Agesci è nata nel 1974 dalla fusione delle Associazioni scout cattoliche Asci (maschile) e Agi (femminile). Ad oggi conta 185.000 aderenti, di cui più di 30.000 sono educatori, ed è organizzata in circa 2000 gruppi locali. In Campania ci sono 115 gruppi con quasi 9000 soci censiti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa