Settimanali diocesani: card. Bassetti, “presidio importante sul territorio”

“Un presidio importante sul territorio dove la Chiesa locale vive ed opera, e dove ha la possibilità di esprimersi liberamente e di raggiungere le famiglie e le persone”. Con queste parole il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, definisce i settimanali cattolici che, con la loro presenza capillare in tutto il Paese, sono espressione di una “comunicazione di prossimità”. “Al di là di ogni retorica sul territorio, oggi molto di moda, questa esperienza comunicativa, apparentemente ai margini del dibattito pubblico, è in realtà estremamente importante per comprendere le molte modalità con cui la Chiesa si esprime e la complessità del rapporto tra religione e media”, sottolinea il card. Bassetti in un intervento pubblicato oggi dal settimanale umbro “La Voce”. Secondo il presidente della Cei, la “comunicazione di prossimità che si esprime sul territorio” è in primo luogo “un mandato di carità verso le periferie esistenziali e fisiche del nostro Paese”, ma è anche “un modo di agire sul territorio che non consiste soltanto nel fare informazione ma, addirittura, anche nel fare formazione”. Che significa, spiega il card. Bassetti, “coltivare il senso di comunità ben oltre l’appartenenza ecclesiale e in definitiva, contribuire a costruire quelle identità cittadine che rappresentano, da sempre, la tradizione civica dell’Italia e una parte importantissima della nostra storia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa