This content is available in English

Intelligenza artificiale: Linee guida Ue. “Dimensione etica non può essere considerata un’opzione di lusso”

(Bruxelles) “La dimensione etica dell’intelligenza artificiale non può essere considerata un’opzione di lusso né un complemento accessorio: solo con la fiducia la nostra società potrà trarre il massimo vantaggio dalle tecnologie. L’intelligenza artificiale etica è una proposta vantaggiosa per tutti, che può offrire un vantaggio competitivo all’Europa, ossia quello di essere leader nello sviluppo di un’intelligenza artificiale antropocentrica di cui i cittadini possono fidarsi”. In vista dell’odierno “Digital Day 2019”, la Commissione Ue ha presentato alcuni “Orientamenti etici sull’intelligenza artificiale” per “creare fiducia nella stessa intelligenza artificiale (Ia), proseguendo il lavoro del gruppo di esperti ad alto livello avviato lo scorso anno. La Commissione si rivolge in particolare all’industria, agli istituti di ricerca e alle autorità pubbliche. Tra gli obiettivi concreti di questo percorso: aumentare gli investimenti pubblici e privati portandoli ad almeno 20 miliardi di euro l’anno nei prossimi dieci anni, mettere a disposizione più dati, promuovere il talento e garantire la fiducia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia