Migranti: Mattarella, “a Zaatari l’esempio di come va gestito un campo profughi”

(Foto: Francesco Ammendola - Ufficio Stampa e Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“L’esperienza di questo campo è davvero straordinaria. È, appunto, una città con un’assicurazione di servizi e di assistenza di prim’ordine che ne fa, oltre che il campo più grande al mondo, un esempio di come va gestito un campo profughi”. Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel campo profughi di Zaatari, in Giordania, dove si trova per la visita ufficiale al Regno Hascemita.
Il Capo dello Stato ha salutato le autorità presenti e il responsabile dell’Unhcr, l’Agenzia dell’Onu “che – ha rilevato Mattarella – testimonia la solidarietà della comunità internazionale che deve, per la verità, esprimersi in maniera ancora maggiore considerato l’impegno generoso e molto forte che la Giordania ha assunto”.
“La Giordania – ha proseguito il presidente della Repubblica – riceve l’ammirazione dell’Italia per l’accoglienza generosa che ha fatto nei confronti di profughi siriani e anche di altre nazionalità, sull’esperienza già fatta negli ultimi decenni”. “Questo rientra nel ruolo del Regno hascemita che è un punto di serenità, di solidarietà e di riferimento fondamentale nel Medioriente”, ha proseguito Mattarella, ribadendo “l’impegno dell’Italia a continuare nel sostegno e nella solidarietà con la Giordania, con la speranza di poter intensificare il suo aiuto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia