Università: Manifesto Cei-Crui, promuovere “una rete globale e uno sviluppo integrale e sostenibile”. Attenzione alla “cultura digitale”

Il Manifesto, sottoscritto oggi pomeriggio dalla Cei e dalla Crui a Roma, chiede di favorire “una rete globale”: “La promozione di una cittadinanza globale appartiene agli obiettivi delle reti di collaborazioni promosse a diverso livello istituzionale nel mondo accademico, sociale e religioso”. In questo quadro, “si dovranno attuare iniziative di vario tipo per facilitare lo scambio culturale e la mobilità degli studenti e dei docenti”. Risulta importante, inoltre, “fornire un sostegno attivo a tutte le iniziative intraprese per il riconoscimento delle qualifiche e delle capacità acquisite, al fine di raggiungere un quadro di qualificazione a livello mondiale”.
Necessario anche “uno sviluppo integrale e sostenibile”: “Per il bene delle persone e soprattutto delle nuove generazioni, appare prioritario diffondere saperi e strumenti che promuovano uno sviluppo integrale e sostenibile delle nostre società”. Per questo, occorre adoperarsi al fine di “promuovere i valori sociali e ambientali della custodia della casa comune e dell’unità di tutta la famiglia umana, migliorando le collaborazioni interdisciplinari e aumentando il peso delle dimensioni sociali e culturali nei programmi di sviluppo sostenibile dell’istruzione e in tutte le iniziative formative”.
Attenzione è dedicata alla “cultura digitale”. “Affinché la dimensione digitale possa essere un effettivo motore di crescita e di sviluppo delle persone e delle nazioni – si legge nel Manifesto -, è necessario impegnarsi in un dialogo intergenerazionale che generi una cultura, un’etica ed una organizzazione del sapere e del pensiero capace di affrontare la rivoluzione digitale mettendo al primo posto il bene delle persone e il bene comune nel suo complesso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo