Consiglio europeo: Tajani (Parlamento), “ho ribadito agli Stati membri che il Parlamento europeo è a favore della procedura dello spitzenkandidat”

foto SIR/Marco Calvarese

(Bruxelles) “Ho illustrato al Consiglio la posizione del Parlamento europeo sulla procedura da seguire per la scelta del nuovo presidente della Commissione europea” per “mandato ricevuto dalla conferenza dei presidenti dei gruppi politici”. Antonio Tajani riferisce alla stampa del suo intervento a porte chiuse al Consiglio informale dei capi di Stato e di governo che si tiene stasera qui a Bruxelles. “Ho ribadito agli Stati membri che il Parlamento europeo è a favore della procedura dello spitzenkandidat” perché “è democratica”: chi “si è presentato agli elettori con il proprio volto per guidare la Commissione e ha avuto il consenso dai propri cittadini deve essere presidente”. Il risultato delle ultime elezioni con una crescita del 9% dell’affluenza, cioè 34 milioni di elettori in più, significa secondo Tajani la “voglia di avere un Parlamento che sia protagonista della politica”. Tanto più che il Trattato prevede che siano gli Stati membri a indicare il presidente della Commissione, “sulla base del risultato elettorale”. Rispondendo a una domanda ha aggiunto: “Sappiamo che alcuni capi di governo hanno detto che a loro non piace questa strategia. È una posizione. Noi siamo in favore”. Perché “non parliamo di persone ma di principi, di più democrazia e di maggiore rispetto della volontà dei cittadini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa