Elezioni europee: Balduzzi (Un. Cattolica), “l’Italia rischia di rimanere in posizione defilata se non isolata”

“Rispetto agli altri Paesi, soprattutto per via del numero di seggi della Lega nel nuovo Parlamento europeo, l’Italia rischia di rimanere in posizione defilata se non addirittura isolata. Sarà cruciale capire quali cariche otterrà il nostro Paese all’interno delle istituzioni” comunitarie. Lo scrive Paolo Balduzzi, docente di Scienza delle finanze all’Università Cattolica, nel dossier realizzato dall’ateneo all’indomani delle elezioni europee. “L’esito delle elezioni europee non è stato molto sorprendente, nel senso che gran parte dei risultati, in Italia come negli altri Paesi, era stato previsto”, aggiunge il professore. “Sorprende forse un po’ l’affermazione dei partiti ambientalisti (tranne che in Italia). I sovranisti si rinforzano ma restano in minoranza. Minoranza che sarà ancora più evidente se e quando il Regno Unito uscirà dall’Unione europea, così rinunciando ai propri seggi nel Parlamento (per un terzo di partiti sovranisti e, in misura maggiore, di partiti favorevoli alla Brexit), che verranno quindi redistribuiti agli altri partiti europei”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa