This content is available in English

Parlamento Ue: gruppi politici sostengono processo spitzenkandidaten per la presidenza della Commissione

foto SIR/Marco Calvarese

(Bruxelles) “Gli elettori europei hanno conferito al neoeletto Parlamento europeo un nuovo e forte mandato per i prossimi cinque anni. Essendo l’unica istituzione eletta direttamente dell’Unione europea, il Parlamento europeo è decisamente il luogo legittimo in cui il mandato per il cambiamento deve essere discusso e definito”. Si apre così la dichiarazione della Conferenza dei presidenti che si è riunita stamane per concordare la linea che in serata il presidente del Parlamento Antonio Tajani porterà alla riunione informale del Consiglio europeo. Il tema è la definizione del presidente della Commissione europea: per il Parlamento, la scelta dovrà avvenire attraverso “un dibattito strategico, trasparente e democratico” tra i gruppi politici, il cui esito “servirà da base per il dialogo con il Consiglio europeo”. Il Parlamento “si impegna a rafforzare la democrazia europea”, si legge ancora nella dichiarazione e riconferma “la propria determinazione” a seguire il processo degli “spitzenkandidaten”: il prossimo presidente della Commissione deve aver “reso noto il suo programma e la sua personalità prima delle elezioni e si deve essere impegnato in un’ampia campagna”. In conferenza stampa il presidente Tajani ha affermato che questa dichiarazione è “sostenuta dalla maggioranza dei gruppi politici in Parlamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa