Economia: card. Marx, oggi “relazione patologica col denaro” che “governa le nostre vite”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Un autentico dialogo tra teologia ed economia”, a partire dal contribuito che la “visione” di San Tommaso d’Aquino dà alla dottrina sociale della Chiesa. Così il card. Reinhard Marx, presidente della giuria internazionale, ha definito il libro “Aquinas and the Market. Toward a Humane Economy”, di Mary L. Hirschfeld (Editore: Harvard University Press, 2018), vincitrice della quarta edizione del Premio internazionale “Economia e società”, promosso dalla Fondazione Centesimus Annus – Pro Pontifice. “Il punto di partenza del libro – ha spiegato il cardinale, durante la Cerimonia di premiazione a Roma, preso il Palazzo della Cancelleria – è la constatazione che oggi, perfino nei paesi cosiddetti ricchi, molte persone non sono felici: molti vivono nella paura e nella disperazione e non sanno gioire della propria vita”. Ciò dipende, secondo Hirshfeld, da “una relazione patologica con il denaro”, a cui consentiamo di “governare le nostre vite”. Di qui la necessità di “instaurare un nuovo dialogo tra l’economia e la teologia”, affinché quest’ultima corregga “una certa unilateralità della posizione economica”, ad esempio attraverso la riflessione di San Tommaso d’Aquino sulla “virtù della prudenza”. “Penso che la lettura di questo libro possa aiutare noi che viviamo in una società in cui il denaro sembra governare ogni cosa a porci domande sul senso della nostra vita e delle nostre relazioni con i beni di questo mondo”, ha concluso Marx: “Trovare la giusta risposta a queste domande è una delle condizioni per una vita veramente autentica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo