Diocesi: Perugia, domenica 5 maggio il card. Bassetti saluta mons. Giulietti e accoglie mons. Salvi

Sarà un giorno di festa domenica 5 maggio per la comunità diocesana di Perugia-Città della Pieve: nella cattedrale di San Lorenzo, alle 18, il card. Gualtiero Bassetti presiederà la messa per il saluto all’arcivescovo eletto di Lucca, mons. Paolo Giulietti, e l’accoglienza del nuovo vescovo ausiliare mons. Marco Salvi. Sono attesi numerosi sacerdoti, diaconi e fedeli provenienti anche dalla diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, dove mons. Salvi è stato sacerdote con incarico di parroco di Anghiari fino al giorno della sua ordinazione episcopale. In occasione della celebrazione d’accoglienza viene reso noto ufficialmente lo stemma episcopale del nuovo ausiliare di Perugia, che ha scelto per motto: “Duc in Altum”, prendi il largo. “Nello stemma – spiega mons. Salvi – ho cercato di rendere attraverso dei segni la mia storia e la mia identità. Una Croce, ciò che san Francesco passando per Anghiari piantò su un’altura, mettendo sotto la sua protezione tutto il popolo della Valtiberina e di Anghiari. Croce fiorita, perché tale protezione ha generato una ricchezza di vita per secoli e di grazia per tutto il popolo. Una stella a otto punte, segno di Maria che guida e protegge con maternità infinita il suo popolo e perché Maria mi ha sempre accompagnato nella mia vita. Una palma sempre verde segno della Resurrezione, che oltre alla vita nuova mi richiama al mio paese natale, Sansepolcro, che ha come icona principale la Resurrezione di Piero della Francesca”.
Mons. Salvi subentra a mons. Giulietti che farà il suo ingresso a Lucca domenica 12 maggio, dopo aver raggiunto a piedi, da pellegrino, la cattedrale di Lucca dalla chiesa di Capannori.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo