Diocesi: Trento, domani pellegrinaggio notturno dei giovani a Montagnaga di Piné. Domenica al santuario mariano mons. Tisi incontra i malati

Un’esperienza di cammino, amicizia, silenzio, preghiera. Preparata dai giovani e proposta a tutti. Ritorna nella notte tra domani sabato 1° e domenica 2 giugno il pellegrinaggio notturno da Trento a Montagnaga di Piné, promosso dalla pastorale giovanile dell’arcidiocesi di Trento. Si attendono 700 persone da tutto il territorio provinciale.
Il tema che accompagna le riflessioni ha al centro la frase del Vangelo di Luca “Va’ e anche tu fa’ lo stesso”, conclusione della parabola del buon samaritano. I partecipanti si raduneranno nel giardino del palazzo vescovile, alle ore 19.30, per consumare insieme la cena al sacco, prima di dare avvio al cammino spirituale. Prima tappa in cattedrale: alle 21, l’arcivescovo, mons. Lauro Tisi, presiede la Messa. Quindi, si inizierà a salire per fare tappa alla Mensa della Provvidenza dei frati cappuccini, presa a modello dai promotori del pellegrinaggio come una vera “locanda” del buon samaritano. I pellegrini ripartiranno, quindi, alla volta di Civezzano, con arrivo previsto all’1.15: qui li attende, oltre a un momento di preghiera in chiesa, anche un the caldo, viatico per affrontare la parte più impegnativa del cammino, nel profondo della notte, arrivando alle prime luci dell’alba, verso le 6 di domenica 2 giugno, a Montagnaga di Pinè. I giovani sono invitati a partecipare a tutto il cammino; nelle prime tappe sono benvenute anche famiglie e ragazzi adolescenti. Le preghiere e i commenti sono a cura di famiglie e di giovani, nella comunione tra parrocchie e movimenti. Novità per l’edizione del 2019 la presenza di numerosi rappresentanti di altre confessioni cristiane, che animeranno la Messa con un canto in francese e alcune preghiere.
Quasi senza soluzione di continuità con il cammino dei giovani, domenica 2 giugno il santuario di Montagnaga accoglierà anche il pellegrinaggio diocesano dedicato in particolare agli ammalati e presieduto dall’arcivescovo. Alle 9.30 partirà la processione dei pellegrini dal santuario e alle 11 seguirà la celebrazione della Messa alla Comparsa. Nel pomeriggio alle 14, sempre alla Comparsa, il rosario meditato e la benedizione dei malati. Il tradizionale appuntamento pinetano richiama un gran numero di partecipanti, assistiti dai volontari di Ospitalità Tridentina. Il santuario di Montagnaga di Piné, il più importante della diocesi di Trento, ricorda quest’anno i 290 anni dalla prima apparizione della Vergine Maria alla pastorella Domenica Targa: era il 14 maggio 1729.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo