Papa Francesco: nomina don Giovanni Mosciatti vescovo di Imola

Il Papa ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Imola, presentata da mons. Tommaso Ghirelli, e ha nominato vescovo don Giovanni Mosciatti, del clero della diocesi di Fabriano-Matelica, finora parroco della parrocchia di San Facondino a Sassoferrato. Don Giovanni Mosciatti è nato a Matelica, provincia di Macerata, il 23 gennaio 1958. Ha svolto gli studi superiori a Matelica e ha seguito per alcuni anni i corsi alla Facoltà di Agraria a Perugia, dove, come simpatizzante di Comunione e Liberazione e come alunno dell’Almo Collegio Capranica, nel 1981, ha frequentato l’Università Gregoriana, conseguendo il baccalaureato in Teologia. È stato ordinato sacerdote il 6 dicembre 1986 per la diocesi di Fabriano-Matelica. È stato vicario nella parrocchia della Misericordia a Fabriano dal 1987 al 1988; parroco nelle parrocchie associate di Melano, Cupo e Bastia dal 1988 al 1997; parroco della parrocchia di San Nicolò a Fabriano dal 1997 al 2003. Dal 2003 al 2012 è stato direttore dell’Ufficio di Pastorale giovanile e vocazionale; dal 2007 al 2012 è stato rettore del seminario vescovile di Fabriano- Matelica; dal 2009 è vicedirettore dell’Ufficio Scuola Irc e direttore della pastorale vocazionale. Dal 2012 è parroco della parrocchia di San Facondino a Sassoferrato. È canonico della cattedrale di Fabriano, membro del Consiglio Presbiterale e della Commissione diocesana per il diaconato permanente; assistente spirituale della Fraternità di Comunione e Liberazione nelle Regioni di Marche e di Umbria; insegnante di religione in alcune scuole superiori, tra cui il Liceo Scientifico “Vito Volterra” di Fabriano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo