Sla: Roma, inaugurata al Policlinico Gemelli la prima Biobanca nazionale. Potrà contenere fino a 380mila campioni biologici per la ricerca

Alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte è stata inaugurata oggi a Roma, presso la Fondazione Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs, la Biobanca nazionale sulla Sla, la prima in Italia completamente dedicata alla ricerca scientifica su questa patologia e accessibile a tutti i ricercatori del mondo. La Biobanca è stata realizzata da Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), in collaborazione con la Fondazione Gemelli Irccs e Biorep Gemelli Biobank. Alla vigilia della Giornata mondiale sulla Sla che ricorre domani per sollevare l’attenzione sui diritti delle persone con questa patologia, il premier ha incontrato i pazienti con Sla ospiti del NeMO, NeuroMuscular Omnicentre, il Centro clinico che da oltre 10 anni è dedicato esclusivamente alla presa in carico specialistica delle persone con malattie neuromuscolari. “È la prima volta – ha osservato Massimo Mauro, presidente Aisla – che, su iniziativa degli stessi pazienti, si realizza una Biobanca messa interamente a disposizione degli scienziati impegnati nella ricerca”. Oggi “l’unica risposta possibile è la ricerca. È un progetto in cui ho da sempre creduto perché sono convinto che aiuterà i ricercatori a offrire finalmente nuove terapie ed avere una freccia in più per sconfiggere la Sla”. La Biobanca è situata al Policlinico Gemelli di Roma e sarà gestita da XBiogem, (Biorep Gemelli Biobank), società nata dalla collaborazione tra Gemelli e BioRep, il Centro di risorse biologiche del Gruppo Sapio. Comprende 10 contenitori per la crioconservazione a vapore d’azoto a temperature comprese tra -20°C e i -190°C. I contenitori possono conservare fino a 380.000 campioni biologici di persone con Sla, tra tessuti, campioni di sangue, etc. “Nel nostro ospedale – ha aggiunto Giovanni Raimondi, presidente di Fondazione Gemelli – ricerca scientifica e cura si legano inscindibilmente con alta specializzazione e tecnologie innovative a disposizione di tutti i malati. La Biobanca è un nuovo importante tassello di questo mosaico di struttura d’avanguardia, la cui realizzazione è un esempio di fruttuosa sinergia tra industria, strutture ospedaliere e associazionismo per il raggiungimento di risultati nella ricerca di cure contro la Sla. Siamo onorati che il presidente del Consiglio abbia voluto, con la sua partecipazione a questa giornata inaugurale, esprimerci sostegno e incoraggiamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa