Economia: Tria (ministro), “non vedo ostacoli per un accordo con la Commissione europea”. “Ottimista” sulla procedura Ue

Sulla trattativa con la Commissione europea “non vedo ostacoli per un accordo”. Lo ha affermato il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria parlando al Seminario di Economia internazionale di Villa Mondragone. “Per un’economia a crescita zero – ha spiegato –, un obiettivo di un deficit pubblico del 2,1% per l’anno corrente rappresenta una politica di bilancio più che prudente, e stiamo raggiungendo questo livello di deficit grazie ad una gestione prudente di finanza pubblica anche se stiamo implementando le politiche sociali previste decise con l’ultima legge di bilancio”, ha spiegato il ministro, aggiungendo che “per il futuro l’idea è di mantenere basso il deficit e continuare nell’obiettivo di ridurre il debito non attraverso tasse più alte ma attraverso le minori spese correnti: questo è il nostro impegno con il Parlamento e stiamo lavorando per adempiere a questo mandato con la prossima legge di bilancio”.
“Su queste basi – ha precisato – riteniamo che l’Italia sia sostanzialmente conforme alle regole di bilancio europee e per questo motivo sono ottimista riguardo la procedura per deficit eccessivo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo