Giovanni Paolo I: la casa natale di Albino Luciani alla diocesi di Vittorio Veneto

La casa natale di Albino Luciani passa alla diocesi di Vittorio Veneto. Si sta perfezionando, infatti, in questi giorni, l’atto con il quale la diocesi veneta diventerà proprietaria della casa natale di Papa Giovanni Paolo I a Canale d’Agordo (Belluno), dove Albino nacque il 17 ottobre 1912 e venne battezzato lo stesso giorno dalla levatrice Maria Fiocco “per imminente pericolo di vita”. Albino Luciani fu vescovo per undici anni di Vittorio Veneto. “Appartenendo alla famiglia Luciani e quindi essendo proprietà privata – spiega il vescovo di Vittorio Veneto mons. Corrado Pizziolo dalle colonne del settimanale diocesano ‘L’Azione’ –, la casa dove il piccolo Albino nacque e visse fino a che non diventò prete e che costituì il riferimento familiare lungo tutta la sua vita, era preclusa alla visita dei pellegrini”. Il passaggio di proprietà è stato reso possibile da un anonimo benefattore che ha messo a disposizione le risorse necessarie per l’acquisto della casa e per la sua ristrutturazione. In questo modo la casa natale di Papa Luciani sarà visitabile da parte delle tante persone che arrivano a Canale d’Agordo. “Un possibile acquisto da parte di altri compratori – spiega mons. Pizziolo – poteva precludere la possibilità di visita dell’ambiente: il che sarebbe stato assai spiacevole, specialmente nell’eventualità che Giovanni Paolo I possa essere beatificato e, speriamo, dichiarato santo”. “L’impegno che in questo momento la nostra diocesi si assume è, ripeto, quello di rendere visitabile la casa e, più precisamente, almeno per ora, quegli ambienti della casa dove ha vissuto il Papa – aggiunge mons. Pizziolo –, dal momento che il secondo piano e la soffitta dell’abitazione non appartenevano alla famiglia Luciani, se non a cominciare dagli anni ‘30. Alla luce delle perizie fatte, penso che la riabilitazione della struttura, ai fini dell’accoglienza dei pellegrini, non preveda una spesa molto onerosa. In ogni caso, per questo, si è resa disponibile anche la diocesi di Venezia ed eventualmente anche la Cei”. Le visite guidate nella casa natale saranno a cura della Fondazione Giovanni Paolo I. “Di fatto – spiega il vescovo di Vittorio Veneto – lo stanno già facendo, fermandosi però all’esterno e presentando il luogo senza, al momento, poter entrare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo