Strage di Ustica: Fico, “perseguire verità e giustizia, lo impone il senso stesso di comunità”

(Foto: Camera dei deputati)

“Tenere viva la memoria di quella tragedia che si è consumata 39 anni fa è un monito per tutti. Perché l’aspettativa di verità e giustizia per quella strage in cui persero la vita 81 persone non può essere tradita”. Così il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, in occasione del 39° anniversario della strage di Ustica avvenuta il 27 giugno del 1980.
Sottolineando che “restano irrisolti i tanti interrogativi sulle cause e sulle responsabilità”, Fico ricorda che “in questi anni c’è stato un impegno tenace da parte dell’Associazione dei familiari delle vittime e le Istituzioni devono continuare a stare al loro fianco”. “Per questo – aggiunge – occorre proseguire nel percorso di verità e di trasparenza che è essenziale per la salute della democrazia. La Camera ha già fatto passi importanti in questa direzione rendendo disponibili numerosi documenti declassificati. Un percorso che prosegue e che ha visto la creazione del portale delle Commissioni parlamentari di inchiesta”.
“Nella stessa prospettiva, serve anche assicurare la massima collaborazione delle autorità di altri Paesi che potrebbero essere coinvolti nella vicenda di Ustica. Per questo – evidenzia Fico – ho sottoposto nei mesi scorsi la questione al presidente dell’Assemblea nazionale francese che, nel ribadirmi il suo impegno, mi ha informato di aver sensibilizzato allo scopo il ministro della Giustizia francese”. “La Repubblica – conclude il presidente della Camera – ha il dovere di perseguire la verità e la giustizia. È un impegno che dobbiamo onorare perché lo impone il senso stesso di comunità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo