Affidi illeciti a Reggio Emilia: Marelli (Cnca), “allarmati da quanto finora emerso, ma evitare processi sommari verso comunità e famiglie affidatarie”

Riguardo alla vicenda che coinvolge diversi minorenni e le loro famiglie per via di affidi illeciti e che ha comportato numerosi arresti nel Reggiano, “siamo certamente allarmati di fronte a quanto finora emerso e, laddove siano stati commessi abusi e reati quali quelli contestati, i responsabili devono risponderne”. Lo afferma Liviana Marelli, responsabile Infanzia, adolescenza e famiglie del Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca).
“Nessuna difesa per coloro che avrebbero operato a danno dei bambini e dei ragazzi negando diritti e rispetto per ogni minorenne e per ogni famiglia”, prosegue Marelli, evidenziando che “la presenza di una indagine giudiziaria chiede, però, a tutti di sospendere il giudizio nell’attesa degli esiti dell’attività dei preposti organi inquirenti”.
“Ciò che ci preme sottolineare – continua Marelli – è che questa vicenda non sia utilizzata come un’ulteriore occasione per infangare il lavoro costante, quotidiano di molte comunità e di tante famiglie affidatarie che con passione, responsabilità e competenza accolgono e accompagnano bambini e ragazzi verso un futuro possibile e nel loro superiore interesse. Occorre, quindi, evitare improprie generalizzazioni e strumentalizzazioni facendo di tutta l’erba un fascio”.
“Il sistema della tutela, dell’accoglienza e dell’accompagnamento dei minorenni e delle loro famiglie – con particolare riferimento alle situazioni di vulnerabilità e fragilità – richiede senza dubbio politiche chiare, continuative e capaci di sostenere le competenze genitoriali e prevenire l’allontanamento dei bambini e dei ragazzi dalle famiglie d’origine”, conclude Marelli rilevando che bisogna “contestualmente garantire la buona qualità dell’accoglienza ben utilizzando le procedure e le modalità di verifica e controllo già normativamente previste”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo