Dialogo interreligioso: Verona, esponenti di cinque religioni firmeranno nella moschea l’ambasciata dell’amicizia

Sarà firmata domani, sabato 29 giugno, alle 10, nella moschea di Verona, l’ambasciata dell’amicizia e del dialogo. L’iniziativa è del Parlamento della legalità in collaborazione con il Consiglio islamico locale. Su una pergamena le firme di esponenti di cinque religioni: ortodossa, cristiana, musulmana, ebraica e buddhista. Una copia andrà anche a Papa Francesco. Il testo esprime la volontà condivisa di collaborazione in un’ottica di fraternità. A presentarlo con una lettera è mons.Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale e guida spirituale del Parlamento della legalità. “Aderendo all’ambasciata dell’Amicizia e del dialogo – spiega il presule – ci impegniamo ad adottare la cultura del dialogo come via; la collaborazione comune come condotta; la conoscenza reciproca come metodo e criterio, per diffondere la cultura della tolleranza, della convivenza e della pace”. Nella lettera dell’arcivescovo viene espressa la volontà di “attestare l’importanza del risveglio del senso religioso e la necessità di rianimarlo nei cuori delle nuove generazioni, tramite l’educazione sana e l’adesione ai valori morali e ai giusti insegnamenti religiosi, per fronteggiare le tendenze individualistiche, egoistiche, conflittuali, il radicalismo e l’estremismo cieco in tutte le sue forme e manifestazioni”. Infine, soffermandosi sui “veri insegnamenti delle religioni”, mons. Pennisi spiega che “invitano a restare ancorati ai valori della pace; a sostenere i valori della reciproca conoscenza, della fratellanza umana e della convivenza comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo