Diocesi: Roma, nuovo programma pastorale per il Centro oratori romani

Si intitola “Se non ritornerete… Dalla parte dei bambini – L’Oratorio ascolta i piccoli della città” il nuovo programma pastorale del Centro oratori romani. Recepisce le linee per il cammino 2019-2020 consegnate dal cardinale vicario, Angelo De Donatis, lo scorso 24 giugno, e le codifica secondo “la chiave dell’ascolto dei più piccoli”. “Per ascoltare il grido dei più piccoli ci vuole un di più di attenzione, perché si tratta di un grido che spesso non è in grado di esprimersi: va colto con orecchi aperti, capaci di leggere segnali in brevi parole; va intuito con occhi profondi, che decifrano gesti e atteggiamenti; e va interpretato con un cuore largo, che riesca a compensare le solitudini con tenerezza”, si legge in una nota del Cor. Che ribadisce come “l’oratorio ha il potenziale per rispondere a questa chiamata”. Il leitmotiv è quello di “accogliere i bambini nei nostri oratori in tutte le loro fragilità”. Quattro le parole chiave: ricercare, perché “neanche uno di questi piccoli si perda”, soprattutto nelle situazioni di povertà ed emergenza, con la cura del pastore verso le sue pecore perdute; accogliere, perché “l’oratorio sia la sua casa, luogo di espressione, di incontro, di riconciliazione e di rigenerazione”; ascoltare e stimare. Infine, le linee pastorali uscite dal confronto comunitario e diocesano: non recedere dal cammino di “associazione in uscita”, in ascolto interattivo con la realtà che la circonda; annunciare con maggior forza l’oratorio, quale luogo privilegiato per “cristianizzare la massa”; rimettere il focus del servizio “dalla parte dei bambini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa